Desiderando onorare e ricordare il centenario dell’Unità d’Italia, la sezione ARI di Torino ha istituito il «Diploma dell’Unità d’Italia» (D.U.I.).
Si tratta di un diploma a carattere permanente gestito dalla sezione fin dal 1961, anno del 1° centenario dell’Unità d’Italia.

1) Possono conseguire il diploma, tutti gli OM Italiani e stranieri che abbiano effettuato su qualunque frequenza autorizzata, escluse le VHF, almeno 18 collegamenti con altrettante regioni italiane ed un collegamento con Torino e provincia.

2) Possono conseguire il diploma tutti gli OM Italiani e stranieri che avranno effettuato almeno 5 collegamenti con altrettante regioni Italiane lavorando esclusivamente le VHF.

3) I collegamenti dovranno essere posteriori al 27 marzo 1961.

4) Le fotocopie delle QSL confermanti i QSO devono essere inviate alla Segreteria della sezione ARI di Torino ,Casella Postale 250 Torino, e saranno restituite unitamente al diploma

5) Le QSL non dovranno avere correzioni o cancellature o aggiunte che possano dar luogo a dubbi sull’autenticità dei dati ad esse riportate. Vale il giudizio della sezione ARI di Torino

6) I possessori del Diploma dell’unità d’Italia, nelle due versioni normale o VHF, potranno usare sulle QSL e nella corrispondenza la sigla DUI o DUI / VHF.

7) Il regolamento di cui sopra è valido anche per le stazioni SWL.

Regioni Italiane:
Liguria, Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia, Trentino-Alto Adige, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana, Marche , Umbria, Abruzzi, Molise, Lazio, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna.